Cosa sono i Filler

Sono di sicuro la scelta più popolare per ottenere una pelle carnosa, giovane e liscia.

Probabilmente ne avrete sentito parlare quando si tratta di ridurre le rughe e altri segni visibili dell’invecchiamento.

I filler sono dei prodotti che vengono iniettati sotto la pelle, in punti specifici, con delle piccole iniezioni.

I genere si utilizza molto l’acido ialuronico, che riempiono le rughe e aggiungono volume ai tessuti molli.

Esistono filler dermici per diverse parti del viso: intorno agli occhi, alle guance, alla bocca e alla mascella, nonché filler per le labbra.

Cosa possono fare i filler dermici

  • Labbra sottili e carnose
  • Migliora contorni poco profondi
  • Ammorbidisce le rughe e le rughe del viso
  • Migliora l’aspetto delle cicatrici da incasso
  • Ricostruire deformità del contorno del viso
  • Ridurre o rimuovere l’ombra delle palpebre inferiori

Fondamentalmente i filler ripristinano il volume perso sul viso e sulle aree una volta ricche di grasso. Quando invecchiamo il nostro corpo smette di produrre collagene ed elastina, e questo processo parte circa dai 20 anni con una perdita del livello del collagene di circa il 2% all’anno.
Per combattere l’invecchiamento e i segni del tempo, ma anche un esito cicatriziale insoddisfacente.

Possono esserci durate variabili, tutto dipende dal punto di iniezione e da come reagisce il corpo del paziente. In media la maggior parte dei filler dermici dura tra i 4 e i 6 mesi a volte fino a 12 mesi.

I Fillers si distinguono in tre tipologie:

Sono caratterizzati dal fatto che vengono assorbiti totalmente dal corpo, il più usato è l’Acido ialuronico (Restylane, Perlane, Perfectha) ma si può usare il collagene bovino (Zyderm, Zyplast), il collagene autologo (Cosmoderm, Cosmoplast), Gel di agarosio, Endoplast 50, Acido L-polilattico I Fillers all’acido ialuronico di ultima generazione presentano un assorbimento più lento, che permette di prolungare l’effetto soft-lifting desiderato fino ad un anno o più.
Sono caratterizzati da una durata notevolmente superiore rispetto a quelli riassorbibili, il loro effetto può durare anche tre anni. Questa caratteristica è dovuta al fatto che il loro riassorbimento, da parte dell’organismo, è molto lento.
I Fillers permanenti non vengono in alcun modo metabolizzati dal corpo rimanendo nel punto in cui sono stati iniettati ovvero nel tessuto sottocutaneo o nel derma. Questo significa che rimarranno lì sempre, a meno che il risultato raggiunto non sia soddisfacente, in quel caso è possibile rimuoverli. Rispetto alle precedenti categorie rappresentano un rischio maggiore, nel lungo termine e possono provocare effetti collaterali anche gravi, come infezioni, ascessi, fibrosi e granulomi da Fillers, perdita di sensibilità e difficoltà di movimento dell’area trattata.
Telefono
Whatsapp
Email