La rinoplastica è la chirurgia estetica del naso, con questo termine definiamo la correzione dei difetti estetici della piramide nasale. La rinoplastica può correggere difetti congeniti o post traumatici. In questo caso le sedi di correzione sono le ossa nasali e le cartilagini nasali.

A volte possiamo avere anche un problema respiratorio allora parleremo di rinosettoplastica ovvero una chirurgia funzionale del setto nasale e dei turbinati.

Durante la prima visita lo specialista osserverà tutte le strutture del naso, il dorso e la punta del naso, le cartilagini nasali, il setto e i turbinati. Solo dopo aver constatato tutte le variabili deciderà come e con quale tecnica procedere poter ottenere il risultato migliore.

Tipologie d’intervento

Le procedure di rinoplastica non sono uguali, questo perché la procedura differisce a seconda delle esigenze del paziente. Si distinguono due tipologie d’intervento principali, la rinoplastica chiusa e la rinoplastica aperta.

La durata media di un intervento di rinoplastica varia dai 20 minuti ad un’ora e viene eseguita in anestesia totale o anestesia locale con sedazione. La scelta viene fatta sulla base del problema da affrontare e del paziente.

Vengono considerate 2 vie di accesso al naso e da qui definiamo una rinoplastica chiusa ingresso alll’interno del naso senza cicatrici evidenti e una rinoplastica aperta con via di accesso tramite una piccola incisione a livello della columella ed accesso esterno.

Post operazione

Alla fine dell’intervento vengono posizionati dei tamponi nasali che verranno rimossi dopo 48 ore. Inoltre viene posizionato uno splint nasale o gessetto che viene tenuto per 7-10 giorni. Per i punti vengono usati fili riassorbibili.

Si consiglia una convalescenza di 2-3 settimane ed un’ astensione da ogni attività sportiva per almeno 1 mese.

Telefono
Whatsapp
Email