Cos’è la Mastopessi?


Una Mastopessi, nota anche semplicemente come lifting del seno, è una procedura chirurgica estetica che migliora l'aspetto del seno.

Aumenta efficacemente le dimensioni del seno, migliora la proiezione del seno, crea un contorno più definito e dà sollievo al seno e ai capezzoli. In passato, i miglioramenti estetici apportati al corpo sono sempre accompagnati da cicatrici.

Oggi, tuttavia, le moderne tecniche chirurgiche hanno reso possibile per una donna sottoporsi a un intervento chirurgico al seno senza o con cicatrici molto minime.



I candidati ideali alla Mastopessi

Le donne che hanno il seno cadente, sono le migliori candidate per la Mastopessi. Indipendentemente dalla loro età, possono sottoporsi a questa procedura purché il loro seno sia già completamente sviluppato.

La procedura non influisce sulle normali funzioni del seno, il che significa che coloro che scelgono di sottoporsi a questa procedura possono ancora allattare.

Una Mastopessi viene eseguita più comunemente su donne che soddisfano i seguenti fattori:

Età avanzata:

con l'invecchiamento, l'elasticità della pelle inizia a diminuire. La pelle potrebbe quindi non essere in grado di mantenere il seno nella posizione originale.

Post parto:

le donne che hanno partorito possono presentare cedimenti o cadute a causa del modo in cui il seno viene allungato durante l'ingorgo e l'allattamento.

Aumento di peso:

se una donna aumenta molto di peso, la pelle potrebbe non essere abituata al peso maggiore del seno, cedendo così ad un rilassamento.

Drastica perdita di peso:

se una donna perde molto peso molto rapidamente, può essere lasciata con un po’ di pelle flaccida in eccesso, causando un abbassamento del seno.

Atrofia della ghiandola mammaria:

ciò può essere dovuto a molti fattori, ma si verifica più comunemente nei pazienti in post-menopausa.

Rimozione dell'impianto:

i pazienti a cui sono stati posizionati gli impianti, quindi rimossi, affrontano un rischio maggiore di ptosi a causa dell'improvvisa riduzione delle dimensioni e del peso del seno, causando un rilassamento della pelle.

Il rilassamento del seno, chiamato anche in termini medici come ptosi, può colpire una donna in varie fasi. I casi di ptosi sono classificati nei seguenti gradi o gradi:

Ptosi lieve di grado 1

Questo è quando il capezzolo è ancora sopra la metà inferiore del seno ma appena sotto la piega infra mammaria.

Ptosi moderata di grado 2

Questo è quando il tessuto del polo inferiore sotto il capezzolo si riduce e il capezzolo è già più sotto la piega.

Grado 3 Grado grave

Ciò significa che il capezzolo è già molto sotto la piega e il tessuto sotto il capezzolo è scomparso.

Pseudo ptosi di grado 4

questa è più comunemente osservata nelle donne dopo il parto.



Dopo aver subito un intervento chirurgico di sollevamento del seno, il seno del paziente potrebbe non corrispondere ancora all'aspetto desiderato del paziente poiché il seno potrebbe essere ancora dolorante, contuso e gonfio.

I risultati dell'intervento sono evidenti una volta che i punti sono stati rimossi. Se il seno appare asimmetrico o il paziente non è pienamente soddisfatto, i chirurghi possono facilmente eseguire una piccola procedura di ritocco e altri aggiustamenti.

Procedura chirurgica

Mentre altri interventi di chirurgia estetica al seno sono complessi e possono richiedere una degenza ospedaliera, una Mastopessi può essere eseguita in una clinica di chirurgia estetica.

Potrebbero essere necessarie fino a tre ore e quasi sempre si opta per l’anestesia generale.
Tuttavia, molte donne subiscono un sollevamento del seno in combinazione con protesi mammarie. In tal caso, la procedura durerà più a lungo e il paziente dovrà rimanere in degenza per una notte.

Prima della procedura effettiva, il chirurgo appone segni sul seno che indicano la posizione desiderata dei capezzoli. Il paziente passa quindi in sala operatoria e viene somministrata l'anestesia.

Poiché il seno cadente è causato da un eccesso di pelle, che ha perso la sua flessibilità, il chirurgo rimuove in genere la pelle in più per stringere il seno e sollevarlo in una posizione più elevata.

Il paziente può essere mandato a casa con piccoli tubicino, che vengono utilizzati per drenare il liquido in eccesso dal seno e devono essere tenuti in posizione per circa 1 o 2 giorni. Saranno rimossi durante la prima visita di follow-up del paziente, mentre i punti saranno rimossi dopo due o tre settimane.

Recupero post intervento

È importante evidenziare che, poiché il corpo di ogni donna è unico, non esiste una sequenza temporale esatta per il recupero.
Tuttavia, la maggior parte dei chirurghi concorda sul fatto che un recupero completo può richiedere in media circa sei settimane e le donne possono notare che si sentono perfettamente bene dopo circa una settimana.

Il recupero post intervento deve essere eseguito prendendosi cura di sé, per poter dare modo al corpo di poter per guarire al meglio.

In genere le prime 48 sono di riposo assoluto e sono contraddistinte da una sensazione di stanchezza generale e di dolore localizzato. In ogni caso la terapia prescritta sarà sufficiente a controllare eventuali dolori dei primi giorni dopo l’intervento.

Telefono
Whatsapp
Email